Noi utilizziamo i cookies per darti la migliore esperienza possibile del nostro sito. Se continui ci convincerai che sei felice di ricevere cookie dal nostro sito.

Trattamento Riflessologia Plantare

riflessologiaIncludere questo tipo di trattamento, nei trattamenti terapeutici è stato un po' arduo, ma è un trattamento in cui crediamo e quindi è giusto sia menzionato.

La riflessologia plantare è un trattamento olistico, complementare o alternativo, a seconda delle correnti di pensiero, per l'attenuazione di patologie non gravi.

Alcuni sostenitori addirittura asseriscono che si possa curare o prevenire alcune patologie, noi non crediamo in questo, anzi consigliamo di rivolgersi a specialisti e medici all'insorgenza di qualsiasi sintomo di malattia.

Ereditata dalla Cina, menzionata in India e addirittura ritrovata in alcuni geroglifici egiziani, la riflessoterapia è una tecnica recentemente introdotta in occidente.La riflessologia parte dal principio che ad ogni zona del piede (se trattasi di riflessologia plantare) o della mano (riflessologia palmare), corrisponde ad una parte del corpo o ad un organo vitale, dove si possono manifestare blocchi energetici che creano disarmonia nel corpo.

Infatti il principio "terapeutico" è quello che determinate patologie si manifestano perche' avvengono blocchi energetici, che non permettono la fluizione delle energie corporee.

Al di la' di scetticismi, o di affermazioni gratuite come panacea per cure di patologie, c'e' da dire che un massaggio plantare ben fatto, provoca sicuramente beneficio, sia che sia un effetto distensivo e rilassante, sia che generi effetto placebo.

Ma come avviene una seduta di riflessoterapia con la digitopressione ?

Al cliente vengono effettuate delle domande preventive per effettuare un anamnesi della problematica e del perche' si richiede tale pratica. Dopo un esame visivo obiettivo, per vedere se sono presenti zone con ipercheratosi (calli, duroni), temperatura, capillari o vene varicose e quindi anche il colore, se possibile si inizia la digitopressione.

La digitopressione per soggetti non "abituati" avviene inizialmente, dopo aver cosparso il piede o la mano con dell'olio o del talco, in maniera molto leggera, premndo la zona con il pollice, in modo da evitare solletico o dolore nelle zone trattate.

Dopo un certo lasso di tempo, variabile da mezzora fino ad un ora, si invita il cliente a rilassarsi per qualche minuto, per poi rimuovere l'olio o il talco.

Nel Tempio di Venere la riflessoterapia plantare viene effettuata da anni, al contrario, non viene effettuata la riflessologia palmare.